L’intera città diventa un unico grande hub di esperienze dove ogni luogo è un’opportunità di vivere al meglio la propria giornata di lavoro o formazione. Gli spazi inoccupati tornano a vivere e a generare valore, l’economia dei territori non è più soggetta a migrazioni di massa.

HUBQUARTER

Sharing Economy

È un modello che ha già dimostrato la propria sostenibilità e che può essere applicato al mondo degli spazi e dei luoghi di lavoro. L’obiettivo è connettere il bisogno di esperienza quotidiana delle persone con i luoghi della città, in modo distribuito e personalizzabile, restituendo valore agli immobili esistenti.

MYSPOT Platform

Chiavi digitali per accedere agli ambienti, smartcontract per validare le transazioni, setting diversi per personalizzare gli ambienti: è la piattaforma digitale che agevola l’incontro tra tutti gli attori coinvolti nell’utilizzo, nella gestione, nella manutenzione e nella creazione di engagement all’interno di un luogo condiviso.

Engage Academy

L’Engage Academy fotografa le condizioni del network aziendale in un contesto di esperienza distribuita, costruisce un programma di contenuti e pratiche di engagement per tutelare i legami tra persone e favorisce scambi di conoscenze, massimizzando le potenzialità relazionali di ogni momento.

DA HEADQUARTER
AD HUBQUARTER

Ripensare la work experience
al tempo dell'ufficio diffuso

“L’idea nasce da una convinzione che abbiamo da sempre: i luoghi di apprendimento e di lavoro non possono essere chiusi in scatole di cemento, ma devono essere in comunicazione con il territorio, aprirsi, entrando in connessione con le comunità che lo abitano in una logica di HUB”.

Daniele di Fausto

CEO @ eFM
Fondatore Venture THINKING

“Lo sviluppo sostenibile integrale non riguarda ciò che viene dato alle persone, ma la scoperta e la creazione delle condizioni per la loro partecipazione attiva”.

Maria Sophia Aguirre

Professore Ordinario di Economia alla Catholic University of America

Il tasso di motivazione e coinvolgimento del personale nelle organizzazioni in Italia è al 5% (tre anni fa era al 14%). È importante capire che l’engaging in azienda ha un impatto sulla performance finale, generando un +21% in media di produttività”.

Alberto Ribera

Professore di Practice of Management of Managing People in Organizations presso la IESE Business School,

Engaging Places

I luoghi di apprendimento e di lavoro non sono più chiusi in scatole di cemento, ma si aprono al territorio entrando in connessione con le comunità che lo abitano in una logica che abbiamo definito “Hub Quarter”, in contrapposizione al vecchio concetto di “head quarter”. L’intera città è un unico grande hub di esperienze dove ogni luogo è un’opportunità di vivere al meglio la propria giornata di lavoro o formazione. Abbiamo applicato la sharing economy al mondo degli spazi, rendendo misurabili i vantaggi in termini di impatto sociale e di coinvolgimento delle persone.

OBIETTIVI DI SOSTENIBILITà

vuoi saperne di più?

resta in contatto

eFM nasce nel 2000 con l’obiettivo della trasformazione digitale degli ambienti di lavoro. Oggi in 4 continenti300 fra architetti, ingegneri, data scientist, economisti, psicologi e antropologi lavorano fianco a fianco nel gestire 90 milioni di mq e 2 miliardi di servizi per tutte le maggiori corporation.